Costume e Società

Anziani e malati: spesa e farmaci si consegnano a domicilio

alt_text
17 Marzo 2020

Com’è noto, il governo e le autorità sanitarie hanno richiesto a tutti i cittadini di restare in casa per limitare la diffusione del contagio da Covid-19, ma questa raccomandazione diventa un vero e proprio imperativo categorico nei confronti delle fasce di popolazione che in questo momento di emergenza sono più fragili: gli anziani over 65, le persone non autosufficienti e i malati (positivi al virus o con altre patologie).
 
La necessità di acquistare beni di prima necessità e medicinali potrebbe spingere queste persone, specie se vivono sole, ad uscire di casa, mettendo così la propria salute in serio pericolo. Per rispondere a queste necessità, si sono moltiplicate le iniziative di solidarietà di associazioni, comuni e aziende private per fare in modo che gli anziani e tutti i soggetti più vulnerabili possano restare in casa.

I volontari della Croce Rossa Italiana, in collaborazione con Assofarm e Federfarma, hanno potenziato il servizio di consegna farmaci a domicilio, completamente gratuito e attivo su tutto il territorio nazionale. Per richiedere il servizio occorre chiamare il numero verde 800 06 55 10, attivo tutti i giorni h24, che inoltrerà la richiesta al comitato della CRI territorialmente più vicino. La richiesta può riguardare la consegna sia dei farmaci che dei beni di prima necessità

Una volta ricevuta la richiesta, i volontari della Croce Rossa, riconoscibili dall’uniforme, ritirano la ricetta presso lo studio del medico di base, o tramite il Numero di Ricetta Elettronica e il codice fiscale del destinatario, dopodiché si recano in farmacia e acquistano i medicinali. La consegna avviene in busta chiusa direttamente all’utente, che dovrà rimborsare l’eventuale costo che i volontari hanno anticipato al farmacista. Fornendo ai volontari CRI la tessera sanitaria o il codice fiscale è possibile inoltre richiedere lo scontrino fiscale ‘parlante’ necessario per le detrazioni.

Il numero verde indicato è utilizzabile anche per chiedere informazioni su come prevenire il contagio e sul protocollo da seguire in caso di contatto con persone risultate positive al virus. Il servizio fornisce inoltre supporto psicologico per affrontare gli stati emotivi che possono presentarsi durante questo difficile periodo di isolamento e di emergenza.

Da oggi – dichiara il Presidente della Croce Rossa, Francesco Rocca - è possibile rendere ancora più efficace, su tutto il territorio nazionale, il servizio di consegna dei farmaci a domicilio a tutti gli anziani e le persone vulnerabili, messo in atto dai nostri Comitati. In questo periodo di sacrifici e responsabilità è fondamentale fare rete per essere al fianco di chi è maggiormente a rischio. Nessuno deve sentirsi solo: questo è lo spirito di Un'Italia che Aiuta".

Il Comune di Milano ha attivato il servizio di ascolto Milano Aiuta, dedicato agli anziani e a tutte le persone più a rischio in questa emergenza sanitaria. Chiamando il numero 02 02 02, dal lunedì al sabato, dalle ore 8 alle ore 20, è attivo un percorso per ricevere informazioni su tutte le iniziative solidali e gratuite che il privato sociale e le aziende della città hanno messo in atto per sostenere i più fragili. 
Lo sportello telefonico, attivato nell’ambito dell’attività della Protezione Civile del Comune di Milano, consente di accedere ai seguenti servizi:
Consegna pasti a domicilio (sono necessari almeno due giorni di preavviso)
Consegna spesa a domicilio
Consegna farmaci a domicilio
Disbrigo piccole commissioni
Servizio di trasporto persone
Numerose sono le aziende e i privati che hanno già messo a disposizione i propri servizi, scrivendo all’indirizzo e-mail milanoaiuta@comune.milano.it; per maggiori dettagli è possibile consultare il seguente link

Da Nord a Sud sono però moltissimi i comuni italiani che, come Milano, hanno messo in atto iniziative di supporto alle persone anziane, sia potenziando la rete dei servizi già esistenti, che stringendo accordi con le aziende del territorio. Fondamentale è inoltre il contributo che in tutto il paese stanno dando i numerosissimi volontari, che stanno offrendo il proprio aiuto a chi ha più bisogno. 

Tra le grandi aziende, le più coinvolte sono le catene della grande distribuzione organizzata, che hanno attuato diverse iniziative per consegnare gratuitamente la spesa a domicilio agli anziani, evitando loro il rischio di uscire. Esselunga effettua in questo periodo le consegna gratuita per tutti gli over 65 che acquistano dal negozio online e ha annunciato una donazione di 2,5 milioni di euro in favore di sei ospedali italiani. Consegna gratuita dal negozio online anche per Carrefour, Pam Panorama, mentre il servizio Supermercato24, che è attivo in 40 città italiane e serve alcune grandi catene (come Bennet, Conad, Tuodì, Fresco Market, MD, Pewex, Iper La Grande), consegna gratuitamente agli over 65 con un ordine minimo di 40 euro, utilizzando il codice sconto UNAIUTOX65.


Com’è noto, il governo e le autorità sanitarie hanno richiesto a tutti i cittadini di restare in casa per limitare la diffusione del contagio da Covid-19, ma questa raccomandazione diventa un vero e proprio imperativo categorico nei confronti delle fasce di popolazione che in questo momento di emergenza sono più fragili: gli anziani over 65, le persone non autosufficienti e i malati (positivi al virus o con altre patologie).
 
La necessità di acquistare beni di prima necessità e medicinali potrebbe spingere queste persone, specie se vivono sole, ad uscire di casa, mettendo così la propria salute in serio pericolo. Per rispondere a queste necessità, si sono moltiplicate le iniziative di solidarietà di associazioni, comuni e aziende private per fare in modo che gli anziani e tutti i soggetti più vulnerabili possano restare in casa.

I volontari della Croce Rossa Italiana, in collaborazione con Assofarm e Federfarma, hanno potenziato il servizio di consegna farmaci a domicilio, completamente gratuito e attivo su tutto il territorio nazionale. Per richiedere il servizio occorre chiamare il numero verde 800 06 55 10, attivo tutti i giorni h24, che inoltrerà la richiesta al comitato della CRI territorialmente più vicino. La richiesta può riguardare la consegna sia dei farmaci che dei beni di prima necessità

Una volta ricevuta la richiesta, i volontari della Croce Rossa, riconoscibili dall’uniforme, ritirano la ricetta presso lo studio del medico di base, o tramite il Numero di Ricetta Elettronica e il codice fiscale del destinatario, dopodiché si recano in farmacia e acquistano i medicinali. La consegna avviene in busta chiusa direttamente all’utente, che dovrà rimborsare l’eventuale costo che i volontari hanno anticipato al farmacista. Fornendo ai volontari CRI la tessera sanitaria o il codice fiscale è possibile inoltre richiedere lo scontrino fiscale ‘parlante’ necessario per le detrazioni.

Il numero verde indicato è utilizzabile anche per chiedere informazioni su come prevenire il contagio e sul protocollo da seguire in caso di contatto con persone risultate positive al virus. Il servizio fornisce inoltre supporto psicologico per affrontare gli stati emotivi che possono presentarsi durante questo difficile periodo di isolamento e di emergenza.

Da oggi – dichiara il Presidente della Croce Rossa, Francesco Rocca - è possibile rendere ancora più efficace, su tutto il territorio nazionale, il servizio di consegna dei farmaci a domicilio a tutti gli anziani e le persone vulnerabili, messo in atto dai nostri Comitati. In questo periodo di sacrifici e responsabilità è fondamentale fare rete per essere al fianco di chi è maggiormente a rischio. Nessuno deve sentirsi solo: questo è lo spirito di Un'Italia che Aiuta".

Il Comune di Milano ha attivato il servizio di ascolto Milano Aiuta, dedicato agli anziani e a tutte le persone più a rischio in questa emergenza sanitaria. Chiamando il numero 02 02 02, dal lunedì al sabato, dalle ore 8 alle ore 20, è attivo un percorso per ricevere informazioni su tutte le iniziative solidali e gratuite che il privato sociale e le aziende della città hanno messo in atto per sostenere i più fragili. 
Lo sportello telefonico, attivato nell’ambito dell’attività della Protezione Civile del Comune di Milano, consente di accedere ai seguenti servizi:
Consegna pasti a domicilio (sono necessari almeno due giorni di preavviso)
Consegna spesa a domicilio
Consegna farmaci a domicilio
Disbrigo piccole commissioni
Servizio di trasporto persone
Numerose sono le aziende e i privati che hanno già messo a disposizione i propri servizi, scrivendo all’indirizzo e-mail milanoaiuta@comune.milano.it; per maggiori dettagli è possibile consultare il seguente link

Da Nord a Sud sono però moltissimi i comuni italiani che, come Milano, hanno messo in atto iniziative di supporto alle persone anziane, sia potenziando la rete dei servizi già esistenti, che stringendo accordi con le aziende del territorio. Fondamentale è inoltre il contributo che in tutto il paese stanno dando i numerosissimi volontari, che stanno offrendo il proprio aiuto a chi ha più bisogno. 

Tra le grandi aziende, le più coinvolte sono le catene della grande distribuzione organizzata, che hanno attuato diverse iniziative per consegnare gratuitamente la spesa a domicilio agli anziani, evitando loro il rischio di uscire. Esselunga effettua in questo periodo le consegna gratuita per tutti gli over 65 che acquistano dal negozio online e ha annunciato una donazione di 2,5 milioni di euro in favore di sei ospedali italiani. Consegna gratuita dal negozio online anche per Carrefour, Pam Panorama, mentre il servizio Supermercato24, che è attivo in 40 città italiane e serve alcune grandi catene (come Bennet, Conad, Tuodì, Fresco Market, MD, Pewex, Iper La Grande), consegna gratuitamente agli over 65 con un ordine minimo di 40 euro, utilizzando il codice sconto UNAIUTOX65.