Costume e Società

Anziani a Milano: da Maggio il bonus badante

alt_text
20 Aprile 2017
A partire dal mese di maggio i cittadini milanesi potranno usufruire del bonus badante, tata e babysitter. L’iniziativa del Comune di Milano vuole essere un aiuto concreto alle sempre più numerose famiglie che si trovano ad affrontare la necessità costante di assistenza dei loro anziani e il bisogno di accudimento di figli piccoli. 

La nuova misura di sostegno al reddito prevede l’erogazione di 1.500 euro una tantum ai cittadini con Isee inferiore a 17mila euro che devono assumere personale di assistenza domiciliare. La domanda dovrà essere effettuata presso lo sportello CuraMi di via Trivuzio 15 e il lavoratore che si occuperà di sostenere la famiglia dovrà essere assunto con un regolare contratto di lavoro di almeno 15 ore settimanali. 

Insieme al bonus badante è stato approvato anche un altro importante provvedimento di cui, sempre da maggio, beneficeranno le neo-mamme milanesi: il reddito di maternità, un contributo di 150 euro mensili per 12 mesi per l’acquisto di pannolini, creme e detergenti per neonati. 

L’iniziativa milanese non è certamente una soluzione all’emergenza assistenza che interessa tutta la penisola ma è  pur sempre un passo verso l’assunzione di responsabilità delle istituzioni in merito a un bisogno crescente delle persone e delle famiglie di supporto nell'assistenza agli anziani. Con la speranza che, come spesso accade in altri ambiti, la città di Milano sia da esempio per tutto il Paese.

A partire dal mese di maggio i cittadini milanesi potranno usufruire del bonus badante, tata e babysitter. L’iniziativa del Comune di Milano vuole essere un aiuto concreto alle sempre più numerose famiglie che si trovano ad affrontare la necessità costante di assistenza dei loro anziani e il bisogno di accudimento di figli piccoli. 

La nuova misura di sostegno al reddito prevede l’erogazione di 1.500 euro una tantum ai cittadini con Isee inferiore a 17mila euro che devono assumere personale di assistenza domiciliare. La domanda dovrà essere effettuata presso lo sportello CuraMi di via Trivuzio 15 e il lavoratore che si occuperà di sostenere la famiglia dovrà essere assunto con un regolare contratto di lavoro di almeno 15 ore settimanali. 

Insieme al bonus badante è stato approvato anche un altro importante provvedimento di cui, sempre da maggio, beneficeranno le neo-mamme milanesi: il reddito di maternità, un contributo di 150 euro mensili per 12 mesi per l’acquisto di pannolini, creme e detergenti per neonati. 

L’iniziativa milanese non è certamente una soluzione all’emergenza assistenza che interessa tutta la penisola ma è  pur sempre un passo verso l’assunzione di responsabilità delle istituzioni in merito a un bisogno crescente delle persone e delle famiglie di supporto nell'assistenza agli anziani. Con la speranza che, come spesso accade in altri ambiti, la città di Milano sia da esempio per tutto il Paese.

Altre News