Costume e Società

World Press Photo of the Year: la foto vincente di questa edizione è un abbraccio in una Casa di Riposo

alt_text
5 Maggio 2021

Una foto che simboleggia l'amore e la tenerezza di una donna brasiliana di 85 anni che riceve il suo primo abbraccio dopo tanto tempo da un'infermiera attraverso una tenda trasparente è stata nominata vincitrice del World Press Photo of the Year, il più importante e prestigioso concorso fotografico giornalistico del mondo.

Era piuttosto prevedibile, del resto, che la foto vincente di questa edizione fosse correlata alla pandemia globale che stiamo vivendo, considerando che il concorso si riferisce all'anno solare 2020, un lasso di tempo in cui le notizie di tutto il mondo sono state monopolizzate dal virus che ha ucciso quasi 3 milioni di persone, di cui più di 360.000 soltanto in Brasile.

L'immagine del fotografo danese Mads Nissen ha catturato il momento in cui Rosa Luzia Lunardi, anziana ospite presso la Casa di Riposo Viva Bem a San Paolo, viene abbracciata dall'infermiera Adriana Silva da Costa Souza.
Una tenda di plastica trasparente - che abbiamo imparato a conoscere con le nostrane Stanze degli Abbracci - è piegata in una forma tale, che ricorda un paio di ali di farfalla, quasi a proteggere l'anziana.

"Questa immagine iconica del COVID-19 ricorda il momento più straordinario della nostra vita", ha dichiarato il membro della giuria Kevin WY Lee. "Vi ho visto la vulnerabilità, la perdita e la separazione, la morte, ma, soprattutto, anche la sopravvivenza. Il tutto racchiuso in un'unica immagine grafica. Se guardi l'immagine abbastanza a lungo, vedrai le ali: un simbolo di volo e speranza".
L'immagine, scattata da Nissen per l'agenzia Panos Pictures e il quotidiano danese Politiken, ha vinto anche il primo premio nella prestigiosa categoria General News Singles del concorso.
"Il messaggio principale di questa immagine è l'empatia. È amore e compassione", ha detto Nissen in un commento rilasciato agli organizzatori del concorso. 
"È una situazione davvero, davvero difficile, triste. Poi tra tutto quell'orrore, e in quella sofferenza, penso che questa immagine porti anche un po' di luce", ha detto Nissen durante la cerimonia di premiazione online dopo che gli è stato detto di aver vinto il premio di 5.000 euro.

Il secondo posto nella categoria era un'immagine sempre legata al COVID-19, ma molto meno "ottimistica": raffigurava il corpo di una sospetta vittima di Coronavirus avvolto strettamente nella plastica in un ospedale in Indonesia, immortalato dal fotografo locale Joshua Irwandi.
La pandemia è stata protagonista anche della categoria Environment Singles, con il fotografo statunitense Ralph Pace che ha vinto per la sua immagine di un leone marino della California che nuota verso una mascherina che galleggia sott'acqua, nel sito di immersione subacquea Breakwater a Monterey.

I giudici hanno esaminato 74.470 fotografie di 4.315 autori prima di selezionare i vincitori in otto categorie, tra cui notizie generali, sport, ambiente e ritratti.
Il World Press Photo Story of the Year è stato assegnato al fotografo documentarista italiano Antonio Faccilongo, che lavora per Getty Reportage, per una serie intitolata Habibi "sui detenuti palestinesi nelle carceri israeliane che contrabbandano il loro seme fuori dalle strutture di detenzione nella speranza di crescere una famiglia".


Una foto che simboleggia l'amore e la tenerezza di una donna brasiliana di 85 anni che riceve il suo primo abbraccio dopo tanto tempo da un'infermiera attraverso una tenda trasparente è stata nominata vincitrice del World Press Photo of the Year, il più importante e prestigioso concorso fotografico giornalistico del mondo.

Era piuttosto prevedibile, del resto, che la foto vincente di questa edizione fosse correlata alla pandemia globale che stiamo vivendo, considerando che il concorso si riferisce all'anno solare 2020, un lasso di tempo in cui le notizie di tutto il mondo sono state monopolizzate dal virus che ha ucciso quasi 3 milioni di persone, di cui più di 360.000 soltanto in Brasile.

L'immagine del fotografo danese Mads Nissen ha catturato il momento in cui Rosa Luzia Lunardi, anziana ospite presso la Casa di Riposo Viva Bem a San Paolo, viene abbracciata dall'infermiera Adriana Silva da Costa Souza.
Una tenda di plastica trasparente - che abbiamo imparato a conoscere con le nostrane Stanze degli Abbracci - è piegata in una forma tale, che ricorda un paio di ali di farfalla, quasi a proteggere l'anziana.

"Questa immagine iconica del COVID-19 ricorda il momento più straordinario della nostra vita", ha dichiarato il membro della giuria Kevin WY Lee. "Vi ho visto la vulnerabilità, la perdita e la separazione, la morte, ma, soprattutto, anche la sopravvivenza. Il tutto racchiuso in un'unica immagine grafica. Se guardi l'immagine abbastanza a lungo, vedrai le ali: un simbolo di volo e speranza".
L'immagine, scattata da Nissen per l'agenzia Panos Pictures e il quotidiano danese Politiken, ha vinto anche il primo premio nella prestigiosa categoria General News Singles del concorso.
"Il messaggio principale di questa immagine è l'empatia. È amore e compassione", ha detto Nissen in un commento rilasciato agli organizzatori del concorso. 
"È una situazione davvero, davvero difficile, triste. Poi tra tutto quell'orrore, e in quella sofferenza, penso che questa immagine porti anche un po' di luce", ha detto Nissen durante la cerimonia di premiazione online dopo che gli è stato detto di aver vinto il premio di 5.000 euro.

Il secondo posto nella categoria era un'immagine sempre legata al COVID-19, ma molto meno "ottimistica": raffigurava il corpo di una sospetta vittima di Coronavirus avvolto strettamente nella plastica in un ospedale in Indonesia, immortalato dal fotografo locale Joshua Irwandi.
La pandemia è stata protagonista anche della categoria Environment Singles, con il fotografo statunitense Ralph Pace che ha vinto per la sua immagine di un leone marino della California che nuota verso una mascherina che galleggia sott'acqua, nel sito di immersione subacquea Breakwater a Monterey.

I giudici hanno esaminato 74.470 fotografie di 4.315 autori prima di selezionare i vincitori in otto categorie, tra cui notizie generali, sport, ambiente e ritratti.
Il World Press Photo Story of the Year è stato assegnato al fotografo documentarista italiano Antonio Faccilongo, che lavora per Getty Reportage, per una serie intitolata Habibi "sui detenuti palestinesi nelle carceri israeliane che contrabbandano il loro seme fuori dalle strutture di detenzione nella speranza di crescere una famiglia".

Altre News