Costume e Società

Una traversata oceanica contro l'Alzheimer: l'impresa di Frank Rothwell

alt_text
2 Marzo 2021

Un uomo di 70 anni del Regno Unito ha remato per 3.000 miglia - quasi 5000 km - attraverso l'Oceano Atlantico in modo da poter raccogliere fondi per la ricerca sull'Alzheimer. Frank Rothwell, di Oldham, ha iniziato il suo viaggio il 12 dicembre da La Gomera nelle Isole Canarie e ha raggiunto la sua destinazione nell'isola caraibica di Antigua sei settimane dopo, ha riferito il Guardian. Rothwell è riuscito a raccogliere più di un milione di sterline per l'Alzheimer's Research UK in memoria di suo cognato Roger, morto a causa della malattia all'età di 62 anni.

Circa 850.000 persone convivono con il morbo di Alzheimer nel Regno Unito e di queste, circa un terzo (288.000) vive attualmente in contesti di assistenza residenziale (l'equivalente britannico di RSA e case di riposo). 
Ricordando la sua impresa, Frank ha raccontato: “Mi sono sentito piuttosto emozionato avvicinandomi al traguardo. Ci sono volute sei lunghe settimane di remate sull'Atlantico, e la sfida stessa ha richiesto oltre 18 mesi di allenamento e preparazione, quindi sono molto orgoglioso di ciò che ho raggiunto e dell'incredibile viaggio che ho intrapreso. Durante la traversata, ho ricevuto messaggi emozionanti da persone che hanno avuto esperienze simili alla mia", ha aggiunto Rothwell. "Spero di aver aiutato in qualche modo anche altre famiglie".

Hilary Evans, amministratrice delegata di Alzheimer's Research UK, ha dichiarato: “Siamo onorati di avere un supporto così straordinario da Frank. Il suo coraggio e la sua determinazione lo hanno aiutato a completare la sua epica sfida e a raccogliere una cifra considerevole per la ricerca sulla demenza. Questa somma sarà un enorme aiuto per il lavoro che svolgiamo qui ad Alzheimer's Research UK, mentre continuiamo la nostra missione di mettere a punto cure che cambino la vita per le persone affette da demenza. “Vorremmo dire un enorme grazie a Frank per aver accettato questa incredibile sfida, alla Iceland Foods Charitable Foundation per il loro generoso finanziamento paritetico e, naturalmente, a tutti coloro che hanno sostenuto gli sforzi di Frank in qualche modo. Frank è un vero eroe, non vediamo l'ora di ringraziarlo di persona quando sarà possibile."


Un uomo di 70 anni del Regno Unito ha remato per 3.000 miglia - quasi 5000 km - attraverso l'Oceano Atlantico in modo da poter raccogliere fondi per la ricerca sull'Alzheimer. Frank Rothwell, di Oldham, ha iniziato il suo viaggio il 12 dicembre da La Gomera nelle Isole Canarie e ha raggiunto la sua destinazione nell'isola caraibica di Antigua sei settimane dopo, ha riferito il Guardian. Rothwell è riuscito a raccogliere più di un milione di sterline per l'Alzheimer's Research UK in memoria di suo cognato Roger, morto a causa della malattia all'età di 62 anni.

Circa 850.000 persone convivono con il morbo di Alzheimer nel Regno Unito e di queste, circa un terzo (288.000) vive attualmente in contesti di assistenza residenziale (l'equivalente britannico di RSA e case di riposo). 
Ricordando la sua impresa, Frank ha raccontato: “Mi sono sentito piuttosto emozionato avvicinandomi al traguardo. Ci sono volute sei lunghe settimane di remate sull'Atlantico, e la sfida stessa ha richiesto oltre 18 mesi di allenamento e preparazione, quindi sono molto orgoglioso di ciò che ho raggiunto e dell'incredibile viaggio che ho intrapreso. Durante la traversata, ho ricevuto messaggi emozionanti da persone che hanno avuto esperienze simili alla mia", ha aggiunto Rothwell. "Spero di aver aiutato in qualche modo anche altre famiglie".

Hilary Evans, amministratrice delegata di Alzheimer's Research UK, ha dichiarato: “Siamo onorati di avere un supporto così straordinario da Frank. Il suo coraggio e la sua determinazione lo hanno aiutato a completare la sua epica sfida e a raccogliere una cifra considerevole per la ricerca sulla demenza. Questa somma sarà un enorme aiuto per il lavoro che svolgiamo qui ad Alzheimer's Research UK, mentre continuiamo la nostra missione di mettere a punto cure che cambino la vita per le persone affette da demenza. “Vorremmo dire un enorme grazie a Frank per aver accettato questa incredibile sfida, alla Iceland Foods Charitable Foundation per il loro generoso finanziamento paritetico e, naturalmente, a tutti coloro che hanno sostenuto gli sforzi di Frank in qualche modo. Frank è un vero eroe, non vediamo l'ora di ringraziarlo di persona quando sarà possibile."

Altre News