Costume e Società

Maltrattamenti in RSA, due arresti nel Pavese

alt_text
Le indagini della polizia di Voghera, cominciate nel marzo scorso grazie ad alcune segnalazioni, hanno accertato gravi episodi di maltrattamenti e lesioni gravi ai danni degli ospiti di una residenza sanitaria assistenziale di Montebello della Battaglia, in provincia di Pavia e hanno condotto all’arresto del direttore responsabile della struttura e di un operatore socio-sanitario.

 Dalle testimonianze e dai filmati raccolti dalla polizia è purtroppo emerso che gli ospiti della RSA, tutti affetti da gravi disabilità psichiche, avrebbero subito frequentemente insulti e percosse dall’operatore arrestato e che il direttore, a conoscenza dei fatti, non sarebbe intervenuto per impedirli. Sembra inoltre che gli anziani venissero aizzati gli uni contro gli altri per giustificare la somministrazione di massicce dosi di tranquillante.

 

La struttura era inoltre intitolata a Mons. Rastelli, fondatore dell’Opera Federativa Trasporto Ammalati Lourdes (Oftal), e risultava gestita da una cooperativa Sociale di Solidarietà denominata  O.F.T.A.L. Il presidente generale di Oftal, Mons. P. Angelino, smentisce però ogni legame tra l’Opera e la RSA e di aver già diffidato più volte la struttura dall’utilizzo improprio del nome.

 
Le indagini della polizia di Voghera, cominciate nel marzo scorso grazie ad alcune segnalazioni, hanno accertato gravi episodi di maltrattamenti e lesioni gravi ai danni degli ospiti di una residenza sanitaria assistenziale di Montebello della Battaglia, in provincia di Pavia e hanno condotto all’arresto del direttore responsabile della struttura e di un operatore socio-sanitario.

 Dalle testimonianze e dai filmati raccolti dalla polizia è purtroppo emerso che gli ospiti della RSA, tutti affetti da gravi disabilità psichiche, avrebbero subito frequentemente insulti e percosse dall’operatore arrestato e che il direttore, a conoscenza dei fatti, non sarebbe intervenuto per impedirli. Sembra inoltre che gli anziani venissero aizzati gli uni contro gli altri per giustificare la somministrazione di massicce dosi di tranquillante.

 

La struttura era inoltre intitolata a Mons. Rastelli, fondatore dell’Opera Federativa Trasporto Ammalati Lourdes (Oftal), e risultava gestita da una cooperativa Sociale di Solidarietà denominata  O.F.T.A.L. Il presidente generale di Oftal, Mons. P. Angelino, smentisce però ogni legame tra l’Opera e la RSA e di aver già diffidato più volte la struttura dall’utilizzo improprio del nome.

 

Altre News