Convegni ed eventi

Dona un respiro: ad Arezzo, l'iniziativa benefica per donare i saturimetri alle RSA

alt_text
20 Gennaio 2021

L'iniziativa “Dona un respiro”, promossa da Tamara Nofri e Filippo Ballotti, aveva un obiettivo ben preciso: superare quota 3mila euro di donazioni spontanee per donare i saturimetri alle RSA della zona di Arezzo. Saturimetri che, durante il Covid, come è noto sono indispensabili per monitorare lo stato di ossigenazione del sangue.

Per realizzare il loro obiettivo Tamara e Filippo hanno organizzato una corsa benefica, o social run come si è soliti chiamarle ora. Un weekend di corsa, quello del 19-20 dicembre, per aiutare i più fragili: così, ogni chilometro percorso si è trasformato in altrettanti euro. Oltre 20 associazioni sportive hanno partecipato all'evento, rinnovando il connubio tra sport e solidarietà. E a correre per fare del bene, non sono stati solo corridori professionisti: anche gli amateur hanno partecipato alla corsa e soprattutto alla gara più importante, quella della raccolta fondi.

Intervistata da La Nazione, Tamara, infermiera del reparto Cardiologia di Arezzo, ha spiegato: "Sono commossa dal movimento che abbiamo creato. L'idea di #Donaunrespiro è stata concretizzata dopo un confronto con Filippo Ballotti con l'intenzione di dare un aiuto alle persone più fragili con un piccolo dono. Abbiamo scelto come sport quello del podismo che già seguivo con la mia macchina fotografica per immortalare le emozioni dei miei amici che corrono per passione. Credevamo che un gruppo di appassionati di corsa avrebbe dato seguito alla nostra richiesta e si sarebbe messo in moto insieme a noi, ma non ci saremmo mai aspettati una tale risposta".

Infatti, l'obiettivo dei 3000 euro è stato ampiamente superato: l'iniziativa ha più che raddoppiato il benchmark, arrivando a raccogliere oltre 7000 euro. Questo importo sarà ora utilizzato da Tamara e Filippo - ex atleta, oggi istruttore federale di atletica leggera - al fine di comprare saturimetri e kit medico-sanitari (pulsiossimetri, tutori, termometri laser), che sono stati distribuiti alle associazioni sportive aderenti a #donaunrespiro, le quali li doneranno, domenica 24 Gennaio, alle RSA delle zone limitrofe.  La manifestazione sarà ospitata all'interno dello Stadio di atletica cittadino e sarà presente anche l'assessore allo sport del Comune di Arezzo, Federico Scapecchi. L'Amministrazione ha patrocinato l'iniziativa.

Davvero una bella iniziativa da parte di Tamara e Filippo, di tutte le realtà e associazioni sportive che hanno partecipato all'evento, e anche di tutti coloro che si sono messi in gioco - letteralmente - per questo progetto correndo e non solo. Come ha ben riassunto Filippo infatti: "Era possibile donare all’iban dedicato al progetto anche senza correre o camminare. La cosa bella è che non si corre per vincere, ma si corre per gli altri”. 

E, per completezza di informazione, ecco le associazioni che da tutta la provincia di Arezzo hanno aderito al progetto Dona un Respiro: Triathlon Alto Tevere, Nbs Ronda Ghibellina Team, Trail Runner Project, Trail Falterona, Filirun Team, Podistica Arezzo, Avis Podistica Foiano, Avis Atletica Sansepolcro, Valdambra Trail, A Piede Libera, Atletica Sestini Arezzo, Gruppo Podistico Le Ancelle, Subbiamo Marathon, Asd Sport Events, Atletica Ponticino, Boxe Nicchi Arezzo, Amici del Fango, Ordine Professioni Infermieristiche Arezzo, Weloveinsulina team, La Chianina running.


L'iniziativa “Dona un respiro”, promossa da Tamara Nofri e Filippo Ballotti, aveva un obiettivo ben preciso: superare quota 3mila euro di donazioni spontanee per donare i saturimetri alle RSA della zona di Arezzo. Saturimetri che, durante il Covid, come è noto sono indispensabili per monitorare lo stato di ossigenazione del sangue.

Per realizzare il loro obiettivo Tamara e Filippo hanno organizzato una corsa benefica, o social run come si è soliti chiamarle ora. Un weekend di corsa, quello del 19-20 dicembre, per aiutare i più fragili: così, ogni chilometro percorso si è trasformato in altrettanti euro. Oltre 20 associazioni sportive hanno partecipato all'evento, rinnovando il connubio tra sport e solidarietà. E a correre per fare del bene, non sono stati solo corridori professionisti: anche gli amateur hanno partecipato alla corsa e soprattutto alla gara più importante, quella della raccolta fondi.

Intervistata da La Nazione, Tamara, infermiera del reparto Cardiologia di Arezzo, ha spiegato: "Sono commossa dal movimento che abbiamo creato. L'idea di #Donaunrespiro è stata concretizzata dopo un confronto con Filippo Ballotti con l'intenzione di dare un aiuto alle persone più fragili con un piccolo dono. Abbiamo scelto come sport quello del podismo che già seguivo con la mia macchina fotografica per immortalare le emozioni dei miei amici che corrono per passione. Credevamo che un gruppo di appassionati di corsa avrebbe dato seguito alla nostra richiesta e si sarebbe messo in moto insieme a noi, ma non ci saremmo mai aspettati una tale risposta".

Infatti, l'obiettivo dei 3000 euro è stato ampiamente superato: l'iniziativa ha più che raddoppiato il benchmark, arrivando a raccogliere oltre 7000 euro. Questo importo sarà ora utilizzato da Tamara e Filippo - ex atleta, oggi istruttore federale di atletica leggera - al fine di comprare saturimetri e kit medico-sanitari (pulsiossimetri, tutori, termometri laser), che sono stati distribuiti alle associazioni sportive aderenti a #donaunrespiro, le quali li doneranno, domenica 24 Gennaio, alle RSA delle zone limitrofe.  La manifestazione sarà ospitata all'interno dello Stadio di atletica cittadino e sarà presente anche l'assessore allo sport del Comune di Arezzo, Federico Scapecchi. L'Amministrazione ha patrocinato l'iniziativa.

Davvero una bella iniziativa da parte di Tamara e Filippo, di tutte le realtà e associazioni sportive che hanno partecipato all'evento, e anche di tutti coloro che si sono messi in gioco - letteralmente - per questo progetto correndo e non solo. Come ha ben riassunto Filippo infatti: "Era possibile donare all’iban dedicato al progetto anche senza correre o camminare. La cosa bella è che non si corre per vincere, ma si corre per gli altri”. 

E, per completezza di informazione, ecco le associazioni che da tutta la provincia di Arezzo hanno aderito al progetto Dona un Respiro: Triathlon Alto Tevere, Nbs Ronda Ghibellina Team, Trail Runner Project, Trail Falterona, Filirun Team, Podistica Arezzo, Avis Podistica Foiano, Avis Atletica Sansepolcro, Valdambra Trail, A Piede Libera, Atletica Sestini Arezzo, Gruppo Podistico Le Ancelle, Subbiamo Marathon, Asd Sport Events, Atletica Ponticino, Boxe Nicchi Arezzo, Amici del Fango, Ordine Professioni Infermieristiche Arezzo, Weloveinsulina team, La Chianina running.

Altre News