Costume e Società

cercare una casa di riposo a Roma

alt_text
26 Gennaio 2017
Quando all’interno di una famiglia un anziano inizia a non essere più autosufficiente e l’aiuto di parenti e amici non basta più inizia la ricerca di una Residenza che possa offrire le attenzioni ed eventualmente le cure necessarie al proprio caro. La ricerca di una Casa di Riposo può essere impegnativa soprattutto nelle grandi città, in cui abbondanza di offerta, prezzi delle retta elevati e incombenze burocratiche possono allungare i tempi di ricerca e portare stress a tutta la famiglia. 

Prendiamo ad esempio Roma. Nel sito del Comune di Roma sono riportati contatti e orari di apertura dell’Ufficio RSA di Roma Capitale, a cui rivolgersi per fare domanda di inserimento ed eventualmente iscriversi alle liste di attesa. Prima di prendere contatti con il Comune è però necessario richiedere alla ASL di competenza territoriale la valutazione sanitaria dell'anziano

A questo punto inizia la ricerca della Casa di Riposo oppure della RSA adeguata, confortevole per l’anziano, comoda e accessibile ai famigliari

Nella scelta della Residenza un parametro di valutazione importante è indubbiamente il costo da sostenere mensilmente. Tutte le RSA, Case di Riposo e Case Famiglia prevedono il pagamento di un contributo giornaliero per i servizi di carattere alberghiero, mentre per le spese di carattere sanitario-assistenziale sono a carico della Regione Lazio

E’ possibile, per i richiedenti con una situazione reddituale sfavorevole, ottenere una riduzione della diaria giornaliera presentando l’attestazione ISEE di prestazione “Socio Sanitario Residenze”. Se l’indicatore risulta inferiore a 13.000 € è previsto il contributo statale alla spesa. 

Ottemperati i primi compiti pratici e individuato il tetto di spesa non resta che cercare la struttura adatta. Ma quali sono i parametri principali di valutazione? Di solito interessa lo spazio a disposizione, la presenza di un giardino o luoghi verdi nelle vicinanze, l’attenzione al paziente, la presenza di attività ludiche e ricreative, la disponibilità del personale. Per i parenti è spesso fondamentale la vicinanza alla propria abitazione o al luogo di lavoro. 

A volte è però difficile trovare la struttura ideale in una particolare zona della città, dove la richiesta è sempre altissima. Un’idea può essere valutare una delle molte case di riposo, case famiglia ed RSA presenti in piccoli centri alle porte di Roma. In ogni caso durante la settimana il traffico dentro e fuori città rallenta i tempi di automobilisti e mezzi pubblici, ma almeno nel fine settimana può essere un occasione anche per la famiglia di respirare un po’ di aria pulita e scappare dal caos cittadino.

Puoi conoscere le strutture della zona di Roma seguendo questo link: Case di riposo a ROMA
Quando all’interno di una famiglia un anziano inizia a non essere più autosufficiente e l’aiuto di parenti e amici non basta più inizia la ricerca di una Residenza che possa offrire le attenzioni ed eventualmente le cure necessarie al proprio caro. La ricerca di una Casa di Riposo può essere impegnativa soprattutto nelle grandi città, in cui abbondanza di offerta, prezzi delle retta elevati e incombenze burocratiche possono allungare i tempi di ricerca e portare stress a tutta la famiglia. 

Prendiamo ad esempio Roma. Nel sito del Comune di Roma sono riportati contatti e orari di apertura dell’Ufficio RSA di Roma Capitale, a cui rivolgersi per fare domanda di inserimento ed eventualmente iscriversi alle liste di attesa. Prima di prendere contatti con il Comune è però necessario richiedere alla ASL di competenza territoriale la valutazione sanitaria dell'anziano

A questo punto inizia la ricerca della Casa di Riposo oppure della RSA adeguata, confortevole per l’anziano, comoda e accessibile ai famigliari

Nella scelta della Residenza un parametro di valutazione importante è indubbiamente il costo da sostenere mensilmente. Tutte le RSA, Case di Riposo e Case Famiglia prevedono il pagamento di un contributo giornaliero per i servizi di carattere alberghiero, mentre per le spese di carattere sanitario-assistenziale sono a carico della Regione Lazio

E’ possibile, per i richiedenti con una situazione reddituale sfavorevole, ottenere una riduzione della diaria giornaliera presentando l’attestazione ISEE di prestazione “Socio Sanitario Residenze”. Se l’indicatore risulta inferiore a 13.000 € è previsto il contributo statale alla spesa. 

Ottemperati i primi compiti pratici e individuato il tetto di spesa non resta che cercare la struttura adatta. Ma quali sono i parametri principali di valutazione? Di solito interessa lo spazio a disposizione, la presenza di un giardino o luoghi verdi nelle vicinanze, l’attenzione al paziente, la presenza di attività ludiche e ricreative, la disponibilità del personale. Per i parenti è spesso fondamentale la vicinanza alla propria abitazione o al luogo di lavoro. 

A volte è però difficile trovare la struttura ideale in una particolare zona della città, dove la richiesta è sempre altissima. Un’idea può essere valutare una delle molte case di riposo, case famiglia ed RSA presenti in piccoli centri alle porte di Roma. In ogni caso durante la settimana il traffico dentro e fuori città rallenta i tempi di automobilisti e mezzi pubblici, ma almeno nel fine settimana può essere un occasione anche per la famiglia di respirare un po’ di aria pulita e scappare dal caos cittadino.

Puoi conoscere le strutture della zona di Roma seguendo questo link: Case di riposo a ROMA

Altre News