Salute e benessere

Anziani e allerta gelo, i rischi per la salute

alt_text

Con Burian il grande gelo si abbatte sull’Italia e i pericoli per la salute aumentano con l’abbassamento delle temperature, soprattutto per gli anziani. Particolarmente a rischio, secondo quanto dichiarato ad Adnkronos da Antonio Rebuzzi, direttore della terapia intensiva cardiologica al Policlinico Gemelli di Roma, sarebbero le persone anziane con problemi di cardiopatia o ipertensione. Per i primi aumenta il rischio di crisi anginose da freddo, che se prolungate nel tempo possono portare a eventi infartuali, mentre gli ipertesi rischiano un eccessivo aumento della pressione in seguito alla vasocostrizione legata alle temperature polari.

Campanello d’allarme anche per gli anziani fragili e immunodepressi, che rischiano di passare da un banale raffreddore a una brutta influenza e nei casi peggiori a una polmonite. Cosa fare quindi per correre ai ripari? I consigli del cardiologo sono evitare di uscire di casa nelle ore più fredde, non affaticarsi e per chi non l’avesse ancora fatto, vaccinarsi contro influenza e polmonite.

E' importante che sia gli anziani che vivono da soli sia quelli in case di riposo, case famiglia o RSA siano monitorati dai caregiver e che vengano aiutati per la spesa ed eventualmente per recarsi a visite mediche, ma tenendo presente che stare in casa potrebbe convenire per non rischiare, oltre all'influenza ed alla polmonite, di scivolare su superfici bagnate e rischiare di rompersi il femore o altre ossa. Quindi massima attenzione anche in questo senso per tutti sperando che la primavera arrivi presto, a poche settimane dal 21 Marzo non ne vediamo l'ora ed immaginiamo anche voi!!

Con Burian il grande gelo si abbatte sull’Italia e i pericoli per la salute aumentano con l’abbassamento delle temperature, soprattutto per gli anziani. Particolarmente a rischio, secondo quanto dichiarato ad Adnkronos da Antonio Rebuzzi, direttore della terapia intensiva cardiologica al Policlinico Gemelli di Roma, sarebbero le persone anziane con problemi di cardiopatia o ipertensione. Per i primi aumenta il rischio di crisi anginose da freddo, che se prolungate nel tempo possono portare a eventi infartuali, mentre gli ipertesi rischiano un eccessivo aumento della pressione in seguito alla vasocostrizione legata alle temperature polari.

Campanello d’allarme anche per gli anziani fragili e immunodepressi, che rischiano di passare da un banale raffreddore a una brutta influenza e nei casi peggiori a una polmonite. Cosa fare quindi per correre ai ripari? I consigli del cardiologo sono evitare di uscire di casa nelle ore più fredde, non affaticarsi e per chi non l’avesse ancora fatto, vaccinarsi contro influenza e polmonite.

E' importante che sia gli anziani che vivono da soli sia quelli in case di riposo, case famiglia o RSA siano monitorati dai caregiver e che vengano aiutati per la spesa ed eventualmente per recarsi a visite mediche, ma tenendo presente che stare in casa potrebbe convenire per non rischiare, oltre all'influenza ed alla polmonite, di scivolare su superfici bagnate e rischiare di rompersi il femore o altre ossa. Quindi massima attenzione anche in questo senso per tutti sperando che la primavera arrivi presto, a poche settimane dal 21 Marzo non ne vediamo l'ora ed immaginiamo anche voi!!

Altre News