Convegni ed eventi

Alzheimer: l'asta benefica di "Darth Vader" di Star Wars ha raccolto 400mila sterline per la ricerca

alt_text
13 Maggio 2021

Sul grande schermo, era uno dei "cattivi" per antonomasia: David Prowse, munito del suo iconico casco nero, ha interpretato Darth Vader nella celeberrima saga di Star Wars. Ma, nella vita reale David è stato un autentico "role model" e verrà per sempre ricordato per la sua generosità e l'amore per il prossimo. Il grande attore è scomparso lo scorso novembre all'età di 85 anni, dopo essere stato colpito per circa un decennio dal morbo di Alzheimer.
 
Centinaia di memorabilia - ovvero cimeli di scena appartenuti all'anziano attore -sono stati venduti all'asta a Bristol, sua città natale, con una parte del profitto che è stato dato in beneficenza all'Alzheimer's Research UK, l'ONG britannica leader nella ricerca e benessere dei malati di Alzheimer.
L'asta ha riscosso un successo planetario, con offerte arrivate dai quattro angoli del globo, e ha superato le più rosee previsioni della casa d'aste.

Qualche esempio? Il casco di Darth Vader è stato venduto per £ 2.200, più di cinque volte la stima massima, mentre una foto autografata di Alec Guinness nei suoi abiti di Obi-Wan Kenobi è stata acquistata per £ 3.100,
Qualcuno, da qualche parte, ha pagato £ 9.000 per un prototipo di spada laser, l'arma scelta dai cavalieri Jedi nella saga di Star Wars, che i "terrestri" della East Bristol Auctions avevano ritenuto potesse portare al massimo 200 sterline.

L'amico e assistente di David, Julian Owen, ha impiegato circa due mesi per ordinare gli articoli a casa di Prowse a Londra. Intervistato dalla BBC, ha dichiarato che è stato "un onore" organizzarli, dopo aver lavorato con l'attore per più di un decennio. "Passare in rassegna la collezione ha riportato alla mente molti bei ricordi. Ci aspettiamo molto interesse da tutto il mondo. Era davvero angosciante vedere il declino di Dave alle prese con il morbo di Alzheimer. Lavoravamo insieme quasi tutti i fine settimana e ogni volta che lo vedevo c'era un po' meno di lui insieme a me". Julian Owen ha poi raccontato che la moglie di Prowse, Norma, aveva "detto fin dall'inizio che voleva che una parte dei soldi raccolti fossero destinati all' Alzheimer's Research UK, in quanto Dave sarebbe felice di sapere che parte del ricavato sarà utilizzato per aiutare gli altri".
L'asta, chiusasi lo scorso 4 maggio, ha raccolto un totale di 400.000 sterline.

Sul grande schermo, era uno dei "cattivi" per antonomasia: David Prowse, munito del suo iconico casco nero, ha interpretato Darth Vader nella celeberrima saga di Star Wars. Ma, nella vita reale David è stato un autentico "role model" e verrà per sempre ricordato per la sua generosità e l'amore per il prossimo. Il grande attore è scomparso lo scorso novembre all'età di 85 anni, dopo essere stato colpito per circa un decennio dal morbo di Alzheimer.
 
Centinaia di memorabilia - ovvero cimeli di scena appartenuti all'anziano attore -sono stati venduti all'asta a Bristol, sua città natale, con una parte del profitto che è stato dato in beneficenza all'Alzheimer's Research UK, l'ONG britannica leader nella ricerca e benessere dei malati di Alzheimer.
L'asta ha riscosso un successo planetario, con offerte arrivate dai quattro angoli del globo, e ha superato le più rosee previsioni della casa d'aste.

Qualche esempio? Il casco di Darth Vader è stato venduto per £ 2.200, più di cinque volte la stima massima, mentre una foto autografata di Alec Guinness nei suoi abiti di Obi-Wan Kenobi è stata acquistata per £ 3.100,
Qualcuno, da qualche parte, ha pagato £ 9.000 per un prototipo di spada laser, l'arma scelta dai cavalieri Jedi nella saga di Star Wars, che i "terrestri" della East Bristol Auctions avevano ritenuto potesse portare al massimo 200 sterline.

L'amico e assistente di David, Julian Owen, ha impiegato circa due mesi per ordinare gli articoli a casa di Prowse a Londra. Intervistato dalla BBC, ha dichiarato che è stato "un onore" organizzarli, dopo aver lavorato con l'attore per più di un decennio. "Passare in rassegna la collezione ha riportato alla mente molti bei ricordi. Ci aspettiamo molto interesse da tutto il mondo. Era davvero angosciante vedere il declino di Dave alle prese con il morbo di Alzheimer. Lavoravamo insieme quasi tutti i fine settimana e ogni volta che lo vedevo c'era un po' meno di lui insieme a me". Julian Owen ha poi raccontato che la moglie di Prowse, Norma, aveva "detto fin dall'inizio che voleva che una parte dei soldi raccolti fossero destinati all' Alzheimer's Research UK, in quanto Dave sarebbe felice di sapere che parte del ricavato sarà utilizzato per aiutare gli altri".
L'asta, chiusasi lo scorso 4 maggio, ha raccolto un totale di 400.000 sterline.

Altre News