Info Utili

A Milano arriva ‘Eccomi!’: la telepresenza per visitare virtualmente gli anziani nelle RSA

alt_text
4 Novembre 2020

Le misure di protezione contro il Covid-19 hanno nuovamente limitato al minimo la possibilità di fare visita ai propri cari, che si trovano nelle Case di riposo, Case Famiglia e RSA del nostro paese. Ma per i nostri anziani restare in contatto con le famiglie è di fondamentale importanza per affrontare con il giusto supporto emotivo questa nuova difficile fase dell’epidemia. Per realizzare questo obiettivo nasce il progetto ‘Eccomi!’, un sistema evoluto di telepresenza che consentirà a oltre 2000 anziani ospitati in dieci RSA milanesi di comunicare virtualmente con i propri parenti attraverso le migliori tecnologie digitali.

Il progetto ‘Eccomi!’ nasce dalla collaborazione tra Fondazione Amplifon, Comune di Milano e le aziende Cisco e Durante, con l’appoggio di Uneba Lombardia, ed è stato presentato lo scorso 3 novembre nel corso di una conferenza stampa virtuale, che ha visto la partecipazione del Sindaco di Milano Giuseppe Sala, dell’assessore alle Politiche sociali e abitative Gabriele Rabaiotti, della general manager di Fondazione Amplifon Maria Cristina Ferradini, dell’amministratore delegato di Cisco Agostino Santoni, e del presidente di Uneba Lombardia Luca Degani. 

Nelle residenze per anziani coinvolte nell’iniziativa sono state installate delle postazioni di telepresenza Cisco Webex DX80, dotate di schermo da 24 pollici, una potente connessione e in grado di restituire immagini nitide e suoni amplificati, per offrire agli anziani un’esperienza vicina il più possibile al dialogo di persona, fatto di parole, ma anche di gesti e sorrisi. I parenti degli ospiti potranno connettersi ai propri cari attraverso qualunque dispositivo dotato di una connessione a Internet, come PC, tablet o smartphone.

“In questi ultimi mesi a causa della pandemia le persone anziane, in special modo se ospiti delle RSA, hanno dovuto vivere separate dai propri cari senza incontrarli e abbracciarli. Una scelta necessaria a proteggerli dal virus, ma al contempo un dolore grandissimo per loro e per i loro familiari costretti a vederli e a sentirli solo dal piccolo schermo di uno smartphone. Ora grazie all’iniziativa e alla generosità di Cisco, Durante e Fondazione Amplifon, gli incontri, benché ancora a distanza, potranno avvenire su schermi grandi e nitidi e con un audio potenziato. Sarà quasi come vedersi e parlarsi faccia a faccia.  Ringrazio quindi queste tre aziende - ha concluso il Sindaco - per il dono fatto agli anziani e alle nostre strutture. Hanno contribuito concretamente e in un periodo molto difficile a migliorare le giornate di chi, in questo momento, è davvero più fragile e solo” ha dichiarato il Sindaco di Milano, Giuseppe Sala.

‘Eccomi!’ dimostra ancora una volta come il ricorso alle nuove tecnologie costituisca un’opportunità per migliorare la qualità della vita delle persone e in particolare di quelle più fragili.  Ma il progetto è anche un significativo modello di collaborazione tra i settori pubblico e privato, che hanno saputo mettere in comune le proprie competenze e risorse, alla ricerca di nuove soluzioni per rispondere ai bisogni emergenti legati all’attuale situazione sanitaria. 

Per il momento l’iniziativa vede coinvolte dieci residenze sanitarie assistite del territorio milanese: Casa dei Coniugi, Casa Verdi, Famagosta, Ferrari, Fondazione Biffi, Gerosa Brichetto, Istituto Sacra Famiglia, Istituto don Gnocchi, Piccola Casa del Rifugio, Pindaro. Ma i promotori prevedono la possibilità di portare in futuro questo progetto anche in altre città italiane. 

Le misure di protezione contro il Covid-19 hanno nuovamente limitato al minimo la possibilità di fare visita ai propri cari, che si trovano nelle Case di riposo, Case Famiglia e RSA del nostro paese. Ma per i nostri anziani restare in contatto con le famiglie è di fondamentale importanza per affrontare con il giusto supporto emotivo questa nuova difficile fase dell’epidemia. Per realizzare questo obiettivo nasce il progetto ‘Eccomi!’, un sistema evoluto di telepresenza che consentirà a oltre 2000 anziani ospitati in dieci RSA milanesi di comunicare virtualmente con i propri parenti attraverso le migliori tecnologie digitali.

Il progetto ‘Eccomi!’ nasce dalla collaborazione tra Fondazione Amplifon, Comune di Milano e le aziende Cisco e Durante, con l’appoggio di Uneba Lombardia, ed è stato presentato lo scorso 3 novembre nel corso di una conferenza stampa virtuale, che ha visto la partecipazione del Sindaco di Milano Giuseppe Sala, dell’assessore alle Politiche sociali e abitative Gabriele Rabaiotti, della general manager di Fondazione Amplifon Maria Cristina Ferradini, dell’amministratore delegato di Cisco Agostino Santoni, e del presidente di Uneba Lombardia Luca Degani. 

Nelle residenze per anziani coinvolte nell’iniziativa sono state installate delle postazioni di telepresenza Cisco Webex DX80, dotate di schermo da 24 pollici, una potente connessione e in grado di restituire immagini nitide e suoni amplificati, per offrire agli anziani un’esperienza vicina il più possibile al dialogo di persona, fatto di parole, ma anche di gesti e sorrisi. I parenti degli ospiti potranno connettersi ai propri cari attraverso qualunque dispositivo dotato di una connessione a Internet, come PC, tablet o smartphone.

“In questi ultimi mesi a causa della pandemia le persone anziane, in special modo se ospiti delle RSA, hanno dovuto vivere separate dai propri cari senza incontrarli e abbracciarli. Una scelta necessaria a proteggerli dal virus, ma al contempo un dolore grandissimo per loro e per i loro familiari costretti a vederli e a sentirli solo dal piccolo schermo di uno smartphone. Ora grazie all’iniziativa e alla generosità di Cisco, Durante e Fondazione Amplifon, gli incontri, benché ancora a distanza, potranno avvenire su schermi grandi e nitidi e con un audio potenziato. Sarà quasi come vedersi e parlarsi faccia a faccia.  Ringrazio quindi queste tre aziende - ha concluso il Sindaco - per il dono fatto agli anziani e alle nostre strutture. Hanno contribuito concretamente e in un periodo molto difficile a migliorare le giornate di chi, in questo momento, è davvero più fragile e solo” ha dichiarato il Sindaco di Milano, Giuseppe Sala.

‘Eccomi!’ dimostra ancora una volta come il ricorso alle nuove tecnologie costituisca un’opportunità per migliorare la qualità della vita delle persone e in particolare di quelle più fragili.  Ma il progetto è anche un significativo modello di collaborazione tra i settori pubblico e privato, che hanno saputo mettere in comune le proprie competenze e risorse, alla ricerca di nuove soluzioni per rispondere ai bisogni emergenti legati all’attuale situazione sanitaria. 

Per il momento l’iniziativa vede coinvolte dieci residenze sanitarie assistite del territorio milanese: Casa dei Coniugi, Casa Verdi, Famagosta, Ferrari, Fondazione Biffi, Gerosa Brichetto, Istituto Sacra Famiglia, Istituto don Gnocchi, Piccola Casa del Rifugio, Pindaro. Ma i promotori prevedono la possibilità di portare in futuro questo progetto anche in altre città italiane. 

Altre News