Adesso puoi cercare anche soluzioni per la riabilitazione e l’assistenza domiciliare non solo per anziani ma anche per disabili… clicca qui per saperne di più!!

Le rette nelle case di riposo

 

Questa tabella e questo grafico, elaborati da Auser, riportano un quadro geografico delle rette minime e massime rilevate in ciascuna zona del territorio italiano.

Al fine di restituire informazioni riguardo la distribuzione dei valori registrati è stato calcolato, attorno al valor medio, il “coefficiente di variazione” (deviazione standard relativa). Nel Sud Italia e nelle Isole i prezzi appaiono più contenuti che nel resto della penisola; evidenti le diversità geografiche, sebbene permangano forti disparità anche nella medesima area.


A parità di offerta di servizi prospettata, le tariffe applicate possono differire, anche in una stessa zona, di oltre il 100%. Prendendo comunque a riferimento le sole rette “minime”, quelle dichiarate nel centro ed in particolare nel Sud, sono tendenzialmente inferiori rispetto a quelle delle strutture del Nord.

Le tariffe massime, seppur mediamente si attestino attorno ai 1.400-1.500 euro, possono spesso oltrepassare la soglia dei 2.500-3.000, rilevati a Roma e Milano fino ad arrivare ad oltre 4.000 euro. Molto dipende dalla tipologia dei servizi offerti dalla casa di riposo, oppure dalla presenza o meno di convenzioni con la Regione e altri enti pubblici. Nel Sud Italia e nelle Isole le tariffe mensili si attestano mediamente attorno ai 1.224 euro, valore più contenuto rispetto alla media nazionale (1.482 euro), che risulta principalmente influenzata dai valori registrati nel Nord Italia (Nord-Est 1.604 euro e Nord-Ovest 1.682 euro).

Anche nel Centro, infatti, i “prezzi” medi, seppur in taluni casi sfiorino i 2.500 euro mensili, appaiono più contenuti. Proprio nell’area centrale abbiamo rilevato le maggiori differenze nel campione analizzato, tali da restituire un coefficiente di variazione pari al 33,6%. Tale indice risulta invece più contenuto nel Nord-Est (24,1%), mentre nella parte Ovest del Nord Italia e nel Sud e nelle Isole si attesta poco al di sotto del 30%; se si analizzano i valori rilevati su scala nazionale tale coefficiente sale al 38,6%.

In ogni caso per una accurata ricerca è necessario visitare le case di riposo e richiedere tutte le informazioni necessarie e non limitarsi a ricercare il luogo più economico, ma cercare di trovare un giusto punto di incontro tra disponibilità economica e rispetto per l'anziano, non dimenticandosi di mettere sempre in primo piano le sue esigenze.

Per saperne di più compilate il nostro form e lasciate i vostri dati di contatto, le nostre case di riposo saranno liete di offrirvi tutte le informazioni e vi inviteranno per una visita della struttura.

 

 

comments powered by Disqus

quali sono le differenze tra gli OSA e gli OSS

Sono diversi i professionisti che si occupano di assistenza agli anziani in Italia. Tra queste figur..

Pressione bassa e vertigini possono causare demenza negli anziani

Diversi studi scientifici hanno evidenziato la correlazione, in età anziana, tra pressione alta e d..

Anziani e igiene orale: arriva il dental coach

Curare denti e gengive in età anziana è importante non solo per una questione estetica ma soprattu..

Case di riposo e assistenza agli anziani in Veneto

Quando un parente anziano inizia ad avere problemi, fisici o psichici, che compromettono la sua auto..

Volontariato: anziani come risorsa per il nostro welfare

Nella Sala della Lupa della Camera dei Deputati lunedì 20 marzo si terrà il convegno “Anziani un..